Casa Maloja

Mansarda a due passi dal centro… o chalet nel bosco? Difficile dirlo!

Gli ingredienti di una casa di montagna calda, accogliente e silenziosa ci sono tutti: il tetto a doppia falda, il pavimento e le pareti rivestite in legno, il caminetto, gli arredi su misura di impronta rustica…
Tutto riporta alla nostra mente il luogo ideale per staccare la spina e concedersi alcuni giorni lontano dai ritmi della quotidianità.

Fin dai primi passi all’interno della casa risulta chiaro come la copertura a doppia falda che ci sovrasta sia stato l’elemento principe del progetto.

Così il cuore della proposta progettuale è stata quella di valorizzare il tetto attraverso un rivestimento in legno di abete vecchio che ci ha anche permesso di valorizzarne le caratteristiche: è stato possibile ricavare una gola lungo tutto il fianco di ogni travetto che ci ha permesso di illuminare l’intradosso della copertura in modo assolutamente discreto, senza dover ricorrere ad elementi orientabili esterni o a dei riflettori ma ricorrendo ad una fonte luminosa pressoché impercettibile.
Questo sistema di illuminazione è stato realizzato con strisce led dimmerabili che permettono di creare scenari sempre diversi e sorprendenti.

Il tetto in legno ha così dettato le regole compositive del progetto: l’abete vecchio è stato utilizzato per realizzare i rivestimenti delle pareti e tutti i mobili su misura.
L’utilizzo del ferro come elemento complementare è stato privilegiato per bilanciare l’aspetto rustico dato dal legno e conferire all’abitazione un sapore attuale.
Ecco che il camino, il tavolo e la cucina prendono forza attraverso l’uso di questo materiale e ci restituiscono una immagine elegante e sofisticata.

Per il pavimento si è utilizzato il rovere per le sue caratteristiche tecniche, ma la scelta della finitura con le spaccature e i nodi stuccati di nero è stata fatta in maniera coerente nel rispetto dei materiali principali del progetto.

La boiserie in legno di abete, oltre a restituire una eccezionale percezione di accoglienza, è stata utilizzata per poter mascherare armadi, vani e ripostigli lungo tutte le pareti presenti nella casa, in modo da ottenere un ambiente libero da elementi che distogliessero l’occhio dalla visione d’insieme.

Stesi sul divano, sotto una coperta davanti al camino è facile immaginare che fuori non ci sia altro che il bosco, con la neve sugli alberi…

A volte, nei pomeriggi invernali, lasciavo un buon fuoco acceso prima di andare a fare una passeggiata; e quando tornavo, tre o quattro ore dopo, era ancora vivo e brillante. La mia casa non era vuota, anche se ero andato via. Era come se mi fossi lasciato dietro un’allegra governante. Eravamo io e il Fuoco a viverci; e solitamente la governante si dimostrava degna di fiducia.
(Henry David Thoreau)